giovedì 27 marzo 2014

Oggi a Pisa: #Ravioli Gnudi...un primo piatto semplice della tradizione toscana

Ravioli Gnudi
Sto preparando il Menu per il mio esame da chef, idee idee ed anche un po' di paura. Le giornate passano veloci e le prove e gli esperimenti su cosa porterò su quella fatitidica tavola...beh, sembrano proprio non finire. 
Ad ogni modo non mi faccio certo prendere dall'ansia, la cucina è la mia passione, è ciò che mi fa star bene, e questo lo tengo sempre presente, da quando mi sveglio al mattino, a quando chiudo gli occhi e fantastico su cosa preparerò il giorno dopo.
Oggi ho poco tempo per cucinare, perchè devo stampare i nuovi Menu dei Private Dinners, rispondere alle mails di viaggiatori che saranno in Toscana in Estate e mi chiedono informazioni sui Corsi di Cucina, fare una ventina di telefonate...
Oggi preparo un piatto della cucina povera Toscana: semplice semplice, e magari non proprio bello da vedersi, ma che, per sapore e profumo, non ha niente da invidiare a un primo piatto da gourmet.
Mi è capitato, qualche giorno fa, di pranzare con un amico in un ristorante famoso di Pisa; ho assaporato degli gnocchetti sicuramente molto buoni, ma quando ho visto il prezzo... €14 la porzione! Beh, non so perchè ma ho subito pensato agli "gnudi", a questo piatto della cucina povera, che poi è povera solo nel costo; sì, perchè i sapori e gli ingredienti che ci vengono direttamente dalla natura, sono ciò che di più ricco esista al mondo.
Questi "Ravioli", di cui parla già l'Artusi nel suo famoso libro (ricetta n°97), si facevano anticamente con la bietola, ma i tempi si sa che cambiano e i sapori anche, ed oggi la preferenza viene data agli spinaci. Si chiamano "Gnudi", perchè non hanno il contorno di pasta come i ravioli classici e qui in Toscana la parola "Gnudi" significa appunto nudi.
Insomma ragazzi, godiamoci questo piatto facile da farsi, veloce, saporito e delicato allo stesso tempo. Godiamoci questo piatto che richiede un budget veramente limitato, ma che ti riempie la bocca, con la soavità della ricotta che si scioglie lenta e morbida insieme al gusto del parmigiano ed al profumo della salvia.
Si prepara il tutto a tempo record...lo stesso che ci vuole per "ripulire" il piatto.

Ravioli Gnudi
Ravioli "Gnudi"

Ingredienti
  • 500g spinaci
  • 400g ricotta 
  • 2 uova
  • 70g farina + 50g per infarinare gli "gnudi"
  • 100g parmigiano reggiano grattato
  • 50g burro 
  • 6 foglie di salvia
  • 1 pizzico noce moscata
  • 1 pizzico sale
  • 1 pizzico pepe
Come si Fa
  1. Mettere la ricotta a scolare in un colino per qualche ora (o tutta la notte).
  2. Bollire gli spinaci in acqua salata. Scolarli, strizzarli e tagliarli bene.
  3. Lasciarli raffreddare.
  4. Mescolare la ricotta con 70g di parmigiano, la noce moscata e il pepe.
  5. Aggiungere le uova e mescolare bene
  6. Aggiungere gli spinaci, mescolare bene, salare ed assaggiare l'impasto.
  7. Far bollire l'acqua in una pentola.
  8. Formare con le mani delle polpette ovali (delle grandi quenelles).
  9. Fondere il burro in una padella con la salvia.
  10. Infarinare le polpette allungate nella farina.
  11. Lessare gli Gnudi in acqua bollente per circa 3 minuti. Appena verranno a galla saranno pronti.
  12. Condire con il burro fuso e la salvia e spolverare generosamente con parmigiano reggiano.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...